Venezia Misteriosa 2015


La Nuova di Venezia 19-08-2015

L’erotismo in bianco e nero nello sguardo di Luca Brichese

 

A Caorle, tra le mura di uno dei locali storici della città, è stata inaugurata ieri sera "Trasportato dal flusso", la prima mostra fotografica firmata dall'artista Luca Brichese. Un'esposizione focalizzata sulla figura femminile nella sua sensualità, nel suo erotismo, ma soprattutto nella sua eleganza. Diversi modi di vedere e di vivere il contatto con l'universo femminile da dietro l'obiettivo che ora si concretizzano in immagini artistiche simili a veri e propri ritratti in bianco nero fatti a mano nuda. Luca Brichese, originario di Caorle, da anni ormai ha scoperto la passione per questa moderna e all'avanguardia forma d'arte, anche grazie ai numerosi viaggi on the road compiuti attorno al mondo l'artista ora è pronto a confrontarsi con il grande pubblico attraverso questa esposizione che lo caratterizza in modo particolare. La fotografia è la nuova forma d'arte che in qualche modo ha sostituito la pittura? «È una forma d'arte ma non sostituisce la pittura», risponde l'artista di Caorle, «anche se tutte e due le forme d'arte si riducono ad esprimere un qualcosa in una immagine. La fotografia con il tempo è diventata parte della mia vita ma soprattutto uno strumento con il quale esprime o raccontare qualcosa». Cosa ti piace fotografare? «Generalmente mi piace fotografare tutto ciò che mi dà ispirazione: dalla paesaggistica ai ritratti, ma soprattutto mi diverte e mi appassiona sperimentare nuove tecniche. Attraverso l'esposizione di Caorle vorrei esprimere la sensualità e l'erotismo della donna, disegnati con eleganza e con stile minimal. Si tratta sicuramente di uno dei miei lavori più creativi». La mostra è stata aperta ieri sera alle 21.30 nei locali dell'enoteca Enos, in via della Serenissima a Caorle, sulle note del duo musicaleDante Gallo e Matteo Striuli. Gemma Canzoneri